POST CONSIGLIATI

Le nostre guide per scoprire la costa adriatica

LE PISTE CICLABILI COSTIERE TRA MARCHE E ABRUZZO

I comuni del litorale Piceno e di quello Teramano sono stati tra i primi sostenitori dei progetti per una mobilità dolce. Ne è un esempio la curata pista ciclabile, parte integrante della Ciclovia Adriatica, che da anni impreziosisce il lungomare di tutte le località costiere.

 

PISTE CICLABILI MARCHE

Punto di partenza di questa corsia dedicata alle biciclette è la Rotonda di Porto d’Ascoli, ultimo lembo marchigiano prima del Fiume Tronto. Da qui pedalando in direzione nord sul bellissimo lungomare, frutto di un recente restyling architettonico, raggiungeremo San Benedetto del Tronto. Sono circa 4 km tutti in pianura tra le palme e con vista mare quasi ovunque.

All’altezza della Palazzina Azzurra, la green way prevede la possibilità di percorrere parte del molo sud per poi attraversare tutto il porto turistico arrivando fino al molo nord, sede del porto peschereccio, mentre una variante attraversa l’intera isola pedonale puntando a ricongiungersi con la prima all’inizio del lungomare per Grottammare in prossimità del vecchio stadio Ballarin.

Ma le suggestioni della ciclabile sono solo all’inizio.

Gli ulteriori quattro chilometri fino Grottammare riservano meraviglie, così come il tratto per Cupra Marittima, dove le biciclette corrono in tutta sicurezza, su una corsia dedicata letteralmente strappata al mare grazie anche all’uso di una serie di ponti. Quest’ultimo tratto è poco ombreggiato, quindi, se andate con i bambini, sono necessari crema solare e cappellino.

Con una lunghezza di circa 16 chilometri in totale, la pista ciclabile da Porto D’Ascoli a Cupra Marittima, è tutta pianeggiante se si esclude una leggera pendenza prima del ponte sul fiume Tesino alle porte dell’abitato di Grottammare. Veramente alla portata di tutti, anche con bambini al seguito.
Se volete informazioni più dettagliate su questo percorso leggete il nostro blog per viaggiare con la famiglia: Italia con i bimbi